Category: News (Page 2 of 5)

Darktober 2017


La piattaforma digitale di vendita Itch.io ha indetto una jam dal titolo Darktober, obiettivo è sviluppare un gioco con una storia basata su tema oscuro, horror, dark. Il tema di quest’anno è una storia di fantasmi.

OfGJUg

Le regole:

  • Sviluppare e finire il gioco nel periodo compreso tra l’ 1 e il 29 di ottobre 2017.
  • Si può lavorare in team oppure in solitario.
  • La storia del gioco deve essere inerente i fantasmi.
  • Non c’è un genere di gioco definito purché sia darkeggiante.
  • Il gioco può essere sviluppato per qualsiasi piattaforma, anche se si consiglia almeno per Windows.
  • Per realizzare il gioco è possibile utilizzare qualsiasi engine.

Ideale per uno sviluppatore alle prime armi, per farsi le ossa e cominciare a farsi conoscere.

Link d’interesse

Darktober 2017

I fell from Grace


Vestiamo i panni di Henry, un uomo sulla quarantina, sommerso dai debiti, con una carriera lavorativa che non ha mai decollato, i colleghi vengono promossi ma a lui manca sempre qualcosa. Davanti agli occhi della morente moglie, Henry deve avere sempre un atteggiamento coraggioso, cosa avrebbe fatto quando Grace non ci sarebbe più stata? Ma un giorno accade un miracolo, dalla disperazione e rassegnazione, arriva la possibilità di una cura. La tua vita tornerà come prima e la tanto agognata promozione arriverà, ormai ne sei sicuro!

IFFG (6)

IFFG (9)

In arrivo per la fine dell’anno, un’avventura retro con grafica 2d in pixel art con scrolling laterale dove è necessario seguire la storia e risolvere i puzzles per progressare nel gioco, I fell from Grace. Ambientato nel Maine attuale, svela una storia accattivante che si sviluppa in un contesto di pioggia autunnale continua. In questa situazione, il protagonista, lotta per mantenere le cose a galla, alternandosi tra la sua carriera di ricercatore scientifico in difficoltà e la ricerca di una cura per trattare la moglie, malata terminale. Un giorno, dal niente, spunta una misteriosa cura per la moglie, le cose prendono una piega sinistra nel momento in cui Henry comincia ad indagare sull’origine di questa cura. La storia prenderà diverse direzioni a seconda delle scelte che farà il giocatore in tutto il gioco.

I fell from Grace è sviluppato da Deep Taiga, studio indie composto da una sola persona che ha curato la programmazione e la storia, mentre la grafica e la musica sono state affidate a 2 freelancer. Uscita prevista per gli ultimi mesi dell’anno.

Sito web ufficiale

Pagina Steam

IFFG (20) IFFG (23)

L’horror parla italiano


Certamente non è facile sviluppare un videogioco, qualsiasi videogioco. Molte e varie sono le competenze che i componenti del team di sviluppo devono possedere: grafica, animazione, programmazione, scrittura della storia. Ed è per questo ancora più difficile realizzare un videogioco completamente in solitario, una sola persona che deve gestire tutti questi aspetti. Questo accade molto di rado, ma succede… ed è successo ad Alessandro Guzzo, classe 90, con il suo The Land of Pain. Un videogioco, un’avventura ispirata al mito dei Grandi Antichi di H.P. Lovecraft, dove l’atmosfera di oppressione e l’esattezza della riproduzione dei luoghi, l’altopiano di Asiago, luogo caro all’autore per averci trascorso l’infanzia, la fanno da padrone.
Ed è proprio questo il piatto forte di Land of Pain, il contrasto tra la bellezza del bosco all’inizio del gioco e la sua controparte oscura più avanti, la riproduzione quasi fanatica del bosco, applicando tecniche di fotogrammateria per riprodurre le costruzioni, ma non solo, fiori, piante e insetti che volano. Il risultato è un ambiente totalmente vivo ed accattivante, che ci immerge pienamente nel gioco, complice probabilmente anche la qualità del motore grafico utilizzato, CryEngine, lo stesso usato per sviluppare molti giochi AAA.
The Land of Pain ripercorre lo stesso filone di videogiochi di avventura con atmosfera ricca di emozioni, dei suoi predecessori Anna e The Town of Light, anch’essi produzioni dell’italica penisola.

Ma un videogioco non può essere solo grafica e ambienti, The Land of Pain, ci introduce in una storia, che seppur semplice nella sua totalità, è comunque intrigante e ci spinge a investigare i fatti che si susseguono. A nostro avviso, la storia si ispira al racconto <<L’ombra su Innsmouth>> del nostro amato H.P. Lovecraft. La meccanica è quella classica di questo tipo di gioco, troveremo in giro delle lettere e note che ci sveleranno la storia poco a poco, i puzzle sono semplici e vanno dalla ricerca di chiavi a spostare delle casse. Non manca la parte di azione, dove dovremo scappare incespicando dappertutto nel bosco cupo. Storia e meccaniche ci sono sembrate solo sufficienti, ma d’altronde non si può essere bravi in tutto.

cage

In conclusione, The Land of Pain, ci è piaciuto. Ci è piaciuto il primo lavoro, in solitario, di Alessandro e, come dicemmo a suo tempo anche agli autori di The NADI Project, l’inizio è promettente. Continuate a realizzare videogiochi, il mondo indie ha bisogno di gente come voi. Magari incorporando, nel caso di Alessandro, un programmatore e un writer, avremo di fronte un gran bel gioco.

Sito web ufficiale

Pagina Steam

Freddo e horror, un binomio che funziona


Solo e sperduto in un desolato parco nazionale del freddo Canada settentrionale è il tema principale dell’avventura horror che stanno sviluppando in Kowai Sugoi Studios, gli stessi che svilupparono nel 2006, l’avventura free punta&clicca retro, Cozy. Shiver, questo il titolo del gioco, è ambientato nel 1990, quando ancora cellulari e internet non erano molto diffusi.

tension4
Il nostro protagonista si accinge a fare visita al padre che vive in una appartata casa nella provincia canadese della Columbia Britannica. Lungo il cammino, però, saremo costretti ad addentrarci nello stranamente abbandonato Windy Oaks National Park, un nuovo parco fondato grazie alla donazione della Samstone Mining Company come atto di beneficenza a seguito di un catastrofico incidente. Con il solo aiuto degli oggetti che troveremo e una buona dose di arguzia, dovremo riuscire a scoprire il mistero che avvolge il parco e scappare.
Il successore di Cozy godrà di una buona storia e un’atmosfera molto immersiva realizzata in 3D, il gameplay sarà in stile slideshow in prima persona, gli scenari saranno realizzati con una combinazione di disegno e fotografia.
La data ufficiale di rilascio non è stata comunicata, ma si pensa potrebbe essere vicino Halloween.

Link di interesse:

Sito web ufficiale

Green Mirror New Teaser Trailer


Non hai ancora visto l’ultimo terrificante teaser di Green Mirror? Eccolo qua!

Green Mirror al Gameboss di Saragozza


Il nostro gioco in sviluppo Green Mirror era presente al Gameboss di Saragozza i giorni 2 e 3 di giugno 2017. Durante l’evento abbiamo messo in palio 3 tazze esclusive di Green Mirror che sono state vinte da 3 fans di Facebook e Twitter.

tazas

Visita il nostro sito per scoprire i vincitori!

The Icehouse Demo 2016


Oggi vi propongo un bel video di tutti i lavori realizzati nel seno dell’associazione artistica senza fini di lucro The Icehouse nel 2016. Questa associazione racchiude vari artisti e gruppi internazionali che lavorano a molti livelli e su varie specialità. Vi troviamo sviluppatori di videogiochi, illustratori e quant’altro rientra in una delle numerose arti, riconosciute o non ancora. Questo video racchiude tutti i lavori dell’anno scorso. Buona visione!

Sei un artista e ti interessa sapere di più su The Icehouse?

Puoi consultare la pagina web qui.

icehouse

Green Mirror al ZeroUno Networking di Barcellona


Il 24 di aprile del 2017, il nostro gioco in sviluppo Green Mirror sarà presente al ZeroUno Networking di Barcellona.

1704_BCN_logo-1080x675

The Cursed Tales


Annuncio ufficiale!

Siamo davvero felici di presentare il nostro nuovo progetto:

The Cursed Tales.

Una serie di videogiochi inerenti storie di terrore, mistero e paranormale.

 

L’episodio pilota (dal titolo: “It Lives”) ci porterà nella piccola cittadina di Hillville per indagare su strane sparizioni…

 

Per cominciare il viaggio verso lo strano e il paranormale, visita la web:

www.thecursedtalesgame.com

img_hd_1

 

Cosa bolle in pentola?


Nell’ultima settimana sono state pubblicate nelle reti sociali alcune immagini del nostro nuovo progetto su cui stiamo lavorando in Luminy Studios, le riporto in questo articolo per chi le avesse perse. Cosa sta bollendo in pentola nel cantiere di Luminy Studios? Ebbene dovrete avere ancora un poco di pazienza e presto verrà svelato l’arcano. Stay tuned!

img_hd_1

img_hd_2

img_hd_3

Page 2 of 5

© 2015 Andy Rinaldi - Blog di Videogiochi e Misteri

Leggi DISCLAIMER